Matteo 'Ndwr' Russo

...because there are no days without revolutions.
* Notizie* Lavori* Progetti   * Construct   * Tess   * Opengroups      * CCP      * SCP   * VES      * SS      * ES   * AS   * DMS      * TS   * TPL   * RVD   * CL      * libCGL      * libCSL      * libMixer      * libCTL      * libCIL      * libCVL   * RCGV   * RU1* Pensieri e Articoli* Macchine* Contatti

 

Radioattività ambientale
Zona: Venezia, Italia
Tipo: Radiazioni ionizzanti β/γ

 0.00%

Corrente: 0 μSv/h
Media annuale: 0.00 μSv/h
Accumulo annuale: 0.000 mSv

* Spazio   * Sistemi di lancio      * I razzi sonda      * Delta II      * Soyuz-U      * Soyuz      * Soyuz-FG      * Soyuz-2   * ACE      * Strumentazione         * MAG         * SWEPAM         * SIS         * EPAM      * Locazione   * SOHO      * Antenne HGA/LGA      * Strumentazione         * EIT            * CCD         * LASCO         * MDI   * STEREO      * Strumentazione   * AMS-01   * AMS-02      * Strumentazione      * Materia oscura   * EOS AM-1      * Strumentazione         * MODIS
 
http://ndwr.net --> Spazio --> EOS AM-1 --> Strumentazione
 

EOS AM-1, Strumentazione

EOS AM-1 possiede 5 strumenti scientifici.

ASTER, Advanced Spaceborne Thermal Emission and Reflection Radiometer, è capace di ottenere immagine ad alta risoluzione della terra, da 15 a 90 metri quadri per pixel, in 14 differenti lunghezze d'onda, dalla luce visibile allo spettro infrarosso; grazie a tali mappe risulta possibile ricavare dati dettagliati riguardo la temperatura, l'emissività, la riflettanza e l'elevazione del terreno.
ASTER raccoglie i dati 8 minuti in media per ogni orbita e possiede 3 telescopi (VNIR, SWIR, and TIR).
Data la sua elevata risoluzione e la sua capacità di cambiare gli angoli di visione, ASTER produce immagini stereoscopiche e dettagliati modelli di altezza del terreno.

CERES, Clouds and the Earth's Radiant Energy System, presente a bordo della sonda in 2 identici modelli, misura le radiazioni totale della Terra e fornisce stime di ruolo relative alle nuvole che consentono agli scienziati di valutare i flussi radiativi che dalla superficie terrestre effettuano il loro percorso fino all'alta atmosfera.
Uno strumento CERES opera in modalità di scansione "crosstrack", mentre l'altro in modalità di scansione biassiale. La modalità di "crosstrack" è utile essenzialmente alla misura del valore ERBE (Earth Radiation Budget Experiment) e TRMM (Tropical Rainfall Measuring Mission), mentre la modalità di scansione biassiale fornisce nuove informazioni angolari di flusso in grado di migliorare l'accuratezza dei modelli utilizzati per derivare l'equilibrio radiativo della Terra.

MISR, Multi-angle Imaging SpectroRadiometer, MISR è uno strumento progettato per rilevare la quantità di luce solare in condizioni naturali da diverse direzioni, guardando la superficie terrestre da nove diverse angolazioni. Esso ci aiuta a comprendere appieno il clima della Terra per determinare come esso possa cambiare.
Una camera punta direttamente verso la superficie terrestre, le altre forniscono angoli di visione pari a 26,1°, 45,6°, 60,0° e 70,5°. Lo strumento passa sopra ogni regione della superficie terrestre, pertanto ogni regione viene ripresa da tutte le nove telecamere in ciascuna delle quattro lunghezze d'onda (blu, verde, rosso e vicina all'infrarosso).
Oltre ad aumentare la nostra comprensione riguardo la luce solare nell'atmosfera terrestre, MISR è in grado di distinguere diversi tipi di nuvole, particelle di aerosol e superfici.

MISR monitora l'andamento mensile, stagionale e a lungo termine de:
- la quantità e il tipo di particelle di aerosol atmosferici, compresi quelli formati da fonti naturali e da attività umane
- la tipologia, la quantità, e le altezze delle nubi
- la distribuzione e copertura della superficie, compresa la distribuzione della vegetazione

MODIS, MODerate-resolution Imaging Spectroradiometer, è un avanzato sistema spettroradiometrico e fotografico.
Vedi la sezione "MODIS".

MOPITT, Measurements of Pollution In The Troposphere, è uno strumento progettato per migliorare la nostra conoscenza della bassa atmosfera e ad osservare in particolare come essa interagisce con la biosfera della terra e degli oceani. Esso si concentra principalmente nella distribuzione, nel trasporto, nelle fonti e infine nei pozzi di monossido di carbonio e di metano della troposfera. Il metano è un gas serra capace di trannere fino a 30 volte il calore rispetto al biossido di carbonio, ed è noto fuoriuscire dalle paludi, dagli allevamenti di bestiame, e dalla combustione di biomassa, nonostante le quantità totali di tali singole fonti sia sconosciuto. Il monossido di carbonio, che viene espulso dalle fabbriche, automobili, e dagli incendi boschivi, ostacola la naturale capacità dell'atmosfera di liberarsi di inquinanti nocivi.
MOPITT riesce a misurare le concentrazioni di monossido di carbonio negli strati dell'atmosfera lungo una colonna verticale di 5 km, per monitorare il gas sino alla sua fonte.