Matteo 'Ndwr' Russo

...because there are no days without revolutions.
* Notizie* Lavori* Progetti   * Construct   * Tess   * Opengroups      * CCP      * SCP   * VES      * SS      * ES   * AS   * DMS      * TS   * TPL   * RVD   * CL      * libCGL      * libCSL      * libMixer      * libCTL      * libCIL      * libCVL   * RCGV   * RU1* Pensieri e Articoli* Macchine* Contatti

 

Radioattività ambientale
Zona: Venezia, Italia
Tipo: Radiazioni ionizzanti β/γ

 0.00%

Corrente: 0 μSv/h
Media annuale: 0.00 μSv/h
Accumulo annuale: 0.000 mSv

* Spazio   * Sistemi di lancio      * I razzi sonda      * Delta II      * Soyuz-U      * Soyuz      * Soyuz-FG      * Soyuz-2   * ACE      * Strumentazione         * MAG         * SWEPAM         * SIS         * EPAM      * Locazione   * SOHO      * Antenne HGA/LGA      * Strumentazione         * EIT            * CCD         * LASCO         * MDI   * STEREO      * Strumentazione   * AMS-01   * AMS-02      * Strumentazione      * Materia oscura   * EOS AM-1      * Strumentazione         * MODIS
 
http://ndwr.net --> Spazio --> STEREO
 

STEREO, Solar TErrestrial RElations Observatory

STEREO è il nome di una missione che riguarda 2 veicoli satellitari molto simili tra loro. Gli obiettivi scientifici della missione riguardano la comprensione delle cause e i dei meccanismi che portano alla formazione delle CME e caratterizzano la loro propagazione attraverso l'eliosfera. La posizione dei due veicoli consente, inoltre, lo sviluppo di un modello tridimensionale riguardante la topologia magnetica, la temperatura, la densità e la velocità del vento solare.

Al fine di porre in orbita i due veicoli in modo più efficiente ed efficace possibile i progettisti della missione STEREO hanno utilizzato la gravità lunare per reindirizzare gli osservatori alle loro orbite appropriate. Una procedura che il veicolo di lancio non è in grado di fare da solo.

I veicoli, dopo il lancio, hanno assunto un'orbita geocentrica altamente ellittica il cui apogeo arrivava ad estendersi sino all'orbita della Luna, da un punto vicino alla terra fino ad un punto che si estendeva poco dopo la Luna.
Il personale della missione, presso la Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory, a Laurel, nel Maryland, hanno sincronizzato l'orbita dei veicoli in modo che incontrassero la Luna due mesi dopo il lancio, il 13 dicembre 2006, e in quel periodo solo uno dei due veicoli era abbastanza vicino tanto da usare la gravità lunare per continuare il viaggio verso il sole. Questo perché i due veicoli spaziali erano in orbite leggermente diverse, il veicolo "ahead" (A) è stato espulso da un'orbita eliocentrica all'interno dell'orbita terrestre, mentre il veicolo "behind" (B) è temporaneamente rimasto in una orbita terrestre elevata fino al 21 gennaio 2007, circa un mese dopo, quando incontrò nuovamente la luna ed effettuò la stessa operazione di avvicinamento.

Data del lancio: 26 Ottobre 2006, 00:52 UT
Veicolo di lancio: McDonnell-Douglas Delta II 7925-10L
Locazione di lancio: CCAFS (Cape Canaveral Air Force Station) in Florida
Massa: 620 kg (propellente incluso)
Dimensioni: 1.4x1.22(6.47)x2.03 metri
Tipo di propulsione: -
Consumo: 475 W
Comunicazione: 720 Kib/s (scaricamento dati)
Memorizzazione: 1 Gbit totale di memoria registrabile (SS)
Sistema: 2 processori RAD6000 a 25 Mhz, uno per la processione dei dati e uno per il controllo della navigazione
Costi: 550 milioni di dollari (veicolo, strumenti, veicolo di lancio, operazioni terrestri, operazioni di missione e analisi dei dati)

Periodo orbitale di A: 346 giorni
Periodo orbitale di B: 388 giorni