Matteo 'Ndwr' Russo

...because there are no days without revolutions.
* Notizie* Lavori* Progetti   * Construct   * Tess   * Opengroups      * CCP      * SCP   * VES      * SS      * ES   * AS   * DMS      * TS   * TPL   * RVD   * CL      * libCGL      * libCSL      * libMixer      * libCTL      * libCIL      * libCVL   * RCGV   * RU1* Pensieri e Articoli* Macchine* Contatti

 

Radioattività ambientale
Zona: Venezia, Italia
Tipo: Radiazioni ionizzanti β/γ

 0.00%

Corrente: 0 μSv/h
Media annuale: 0.00 μSv/h
Accumulo annuale: 0.000 mSv

* Spazio   * Sistemi di lancio      * I razzi sonda      * Delta II      * Soyuz-U      * Soyuz      * Soyuz-FG      * Soyuz-2   * ACE      * Strumentazione         * MAG         * SWEPAM         * SIS         * EPAM      * Locazione   * SOHO      * Antenne HGA/LGA      * Strumentazione         * EIT            * CCD         * LASCO         * MDI   * STEREO      * Strumentazione   * AMS-01   * AMS-02      * Strumentazione      * Materia oscura   * EOS AM-1      * Strumentazione         * MODIS
 
http://ndwr.net --> Spazio --> ACE --> Strumentazione --> SWEPAM
 

SWEPAM, Solar Wind Electron Proton Alpha Monitor

SWEPAM misura gli elettroni presenti nel plasma del vento solare e i flussi di ioni, in funzione della direzione e dell'energia. Questi dati forniscono dettagliate informazioni sulle condizioni del vento solare e il suo stato interno. SWEPAM fornisce, inoltre, osservazioni in tempo reale sul vento solare, i quali dati sono continuamente inviati alle stazioni terrestri per contribuire al calcolo dello stato e del tempo spaziale.

Gli elettroni e gli ioni vengono rilevati con differenti sensori. Il sensore di ioni misura le particielle di energia tra 0.26 e 36 KeV, mentre il sensore di elettroni tra 1 e 1350 eV. Entrambi i sensori utilizzano analizzatori elettrostatici con un angolo di visione a forma di ventaglio (fan-shaped), che può cambiare direzione in funzione della rotazione assunta dal veicolo.
Gli analizzatori misurano l'energia elettrostatica per carica di ogni particella, piegando le loro traiettorie di volo attraverso il sistema.

Il vento solare lascia la corona del sole a circa 1 milione di gradi Kelvin. Durante il percorso verso la terra avviene un espansione del vento e questo determina il suo raffreddamento. E' importante tenere a mente che la temperatura riportata da SWEPAM non è quella dello spazio interstellare attorno al sole, ma quella del plasma contenuto nel vento solare; poiché le densità particellare in tale regione è molto minore all'aria nell'atmosfera terrestre, il trasferimento di calore è quasi inesistente.


Errore di sincronizzazione dati: 0x6